Archivi tag: still life

La Luce Del Natale

Quest’anno ho deciso di produrre una cartolina natalizia ufficiale (almeno per me) composta da luce naturale, sfruttando i raggi del sole e la luce diurna, ho preso una delle innumerevoli palline decorative (questa che vi mostro che è fatta da me) e l’ho appesa a un ramo di un albero che si trova nel parchetto vicino casa.

Maria Cristina Casati Fotografie

Maria Cristina Casati
Fotografie

 

Questo è il soggetto da cui ho preso ispirazione:

 

Maria Cristina Casati Fotografie
Maria Cristina Casati
Fotografie

BUON NATALE A TUTTI!!!

Trovare Il Proprio Stile…

… fotografico…

Dunque, non è facile… soprattutto per me che amo fare tanti scatti, dai ritratti, ai paesaggi, urban, still life, wedding… cake design… mmhhh c’è ancora altro?

Forse si, solo che ora mi sfugge e sicuramente se qualcuno di voi ha dei suggerimenti, sono bene accetti così posso scoprire altri stili fotografici… ecco appunto… stavo dicendo… non è facile trovare il proprio stile, secondo me la prima cosa è non avere fretta…

Prima regola: fotografare, fotografare, fotografare, di tutto dallo street, ai ritratti ai paesaggi alle macro… farsi consigliare se possibile e chiedere una mano… confrontarsi con altri fotografi e cercare di capire quale stile ci rappresenta maggiormente.

Riflettete bene… sicuramente ci saranno degli scatti che vi vengono meglio di altri… quelli in cui date il taglio e luce migliore, ecco credo che a quel punto siate sulla buona strada. L’importante è provare, provare e provare! Solo così si trova lo stile fotografico adatto. Un po’ come sentire le farfalle nello stomaco… non so se mi sono spiegata.

A questo punto vi chiederete: tu l’hai trovato? Penso di si, per quanto mi riguarda è lo Still Life, ma non riesco a fermarmi qui, tutto ciò che è fotografia mi appassiona ed esprime quello che difficilmente riesco dire a parole.

 

SoftRose Violet

 

Prove Tecniche Di Still Life

Before: Before And After
After: Before And After

Il genere fotografico “Still Life” presenta alcuni aspetti abbastanza semplici ed altri abbastanza difficoltosi.L’obiettivo principale dello Still Life è mettere in risalto principalmente il soggetto che si sta fotografando oppure creare una foto artistica.

Quello che invece fa veramente la differenza è l’illuminazione.

Nella fotografia Still life la luce deve essere diffusa e soffusa per non creare ombre troppo evidenti e riflessi Se per fotografare un oggetto si utilizza il flash incorporato il risultato sarà deludente sotto ambedue questi punti di vista.

Lo stesso avviene riprendendo un oggetto alla luce del sole. Occorrerebbe attendere che il cielo sia uniformemente nuvoloso in quanto le nuvole funzionano da diffusore della luce solare. Ma non sempre si può attendere che le condizioni di luce esterne siano perfette. Per fotografare in interno vengono utilizzate delle apposite attrezzature per la diffusione della luce.

In studio vengono utilizzati dei riflettori con ombrello riflettente, luci con soft o illuminatori particolari. A livello amatoriale o nel “fai da te” industriale (per chi ha necessità di fotografare i propri prodotti per inserire le immagini su un sito internet, realizzare un catalogo o altro materiale pubblicitario) vengono invece impiegate delle attrezzature più economiche e cioè dei mini studi fotografici compatti, in genere a forma di cubo, con un tessuto diffusore su tutti i lati, un fondale intercambiabile all’interno e una o due luci all’esterno.

La luce delle lampade (lampade fotografiche) viene diffusa dal tessuto speciale, rimbalza all’interno su tutti i lati e viene riflessa, illuminando così il soggetto in modo ottimale e permettendo di ottenere dei buoni risultati.

 

 

 

 

Happy Valentine’s Day

La ricorrenza di San Valentino ha sostituito in epoca cristiana i lupercalia romani, celebrati il 15 febbraio; questi riti erano però dedicati alla fertilità e non all’amore romantico. Nel 496 Papa Gelasio I dedicò il 14 febbraio al santo e martire San Valentino, presumibilmente anche con lo scopo di cristianizzare la festività romana. Sebbene la figura di San Valentino sia nota anche per il messaggio di amore portato da questo santo, l’associazione specifica con l’amore romantico e gli innamorati è quasi certamente posteriore, e la questione della sua origine è controversa.

Una delle tesi più note è che l’interpretazione di San Valentino come festa degli innamorati si debba ricondurre al circolo di Geoffrey Chaucer, che nel Parlamento degli Uccelli associa la ricorrenza al fidanzamento di Riccardo II d’Inghilterra con Anna di Boemia. Tuttavia, studiosi come Henry Kelly e altri hanno messo in dubbio questa interpretazione. In particolare, il fidanzamento di Riccardo II sarebbe da collocare al 3 maggio, giorno dedicato a un altro santo omonimo del martire, San Valentino di Genova.

Non v’è dubbio tuttavia che a metà di febbraio si riscontrino i primi segni di risveglio della natura e nel Medioevo, soprattutto in Francia e Inghilterra, si riteneva che in quella data iniziasse l’accoppiamento degli uccelli e quindi l’evento si prestava a considerare questa la festa degl’innamorati.

Pur rimanendo incerta l’evoluzione storica della ricorrenza, ci sono alcuni riferimenti storici che fanno ritenere che la giornata di San Valentino fosse dedicata agli innamorati già dai primi secoli del II millennio. Fra questi c’è la fondazione a Parigi, il 14 febbraio 1400, dell'”Alto Tribunale dell’Amore”, un’istituzione ispirata ai principi dell’amor cortese. Il tribunale aveva lo scopo di decidere su controversie legate ai contratti d’amore, i tradimenti, e la violenza contro le donne. I giudici venivano selezionati sulla base della loro familiarità con la poesia d’amore.

La più antica “valentina” di cui sia rimasta traccia risale al XV secolo, e fu scritta da Carlo d’Orléans, all’epoca detenuto nella Torre di Londra dopo la sconfitta alla battaglia di Agincourt (1415). Carlo si rivolge a sua moglie con le parole: Je suis desja d’amour tanné, ma tres doulce Valentinée…

L’uso di spedire “valentine” nel mondo anglosassone risale almeno al XIX secolo. Già alla metà del secolo negli Stati Uniti alcuni imprenditori come Esther Howland (18281904) iniziarono a produrre biglietti di San Valentino su scala industriale; a sua volta, la Howland si ispirò a una tradizione antecedente originaria del Regno Unito. Fu proprio la produzione su vasta scala di biglietti d’auguri a dare impulso alla commercializzazione della ricorrenza e, al contempo, alla sua penetrazione nella cultura popolare.Il processo di commercializzazione della ricorrenza continuò nella seconda metà del XX secolo, soprattutto a partire dagli Stati Uniti. La tradizione dei biglietti amorosi iniziò a diventare secondaria rispetto allo scambio di regali come scatole di cioccolatini, mazzi di fiori, o gioielli.

L’originale festività religiosa prende il nome dal santo e martire cristiano San Valentino da Terni, e venne istituita nel 496 da Papa Gelasio I, andando a sostituirsi alla precedente festa pagana delle lupercalia. La pratica moderna di celebrazione della festa, invece, centrata sullo scambio di messaggi d’amore e regali fra innamorati, risale probabilmente all’alto medioevo, e potrebbe essere in particolare riconducibile al circolo di Geoffrey Chaucer in cui prese forma la tradizione dell’amor cortese.

Alla sua diffusione, soprattutto in Francia e in Inghilterra, contribuirono i benedettini, attraverso i loro numerosi monasteri, essendo stati affidatari della Basilica di San Valentino a Terni dalla fine della seconda metà del VII secolo.

Soprattutto nei paesi di cultura anglosassone, e per imitazione anche altrove, il tratto più caratteristico della festa di San Valentino è lo scambio di valentine, bigliettini d’amore spesso sagomati nella forma di cuori stilizzati o secondo altri temi tipici della rappresentazione popolare dell’amore romantico (la colomba, l’immagine di Cupido con arco e frecce, e così via). A partire dal XIX secolo, questa tradizione ha alimentato la produzione industriale e commercializzazione su vasta scala di biglietti d’auguri dedicati a questa ricorrenza. La Greeting Card Association ha stimato che ogni anno vengano spediti il 14 febbraio circa un miliardo di biglietti d’auguri, numero che colloca questa ricorrenza al secondo posto, come numero di biglietti acquistati e spediti, dopo Natale.

Il giorno dopo la festa degli innamorati, il 15 Febbraio si festeggia San Faustino, patrono dei single.

 

(Fonte Wikipedia)

Ecco qualche mio scatto con le “Love Apples”:

 

 

Rose Rosse

Rose Rosse per te… Ecco alcuni miei scatti effettuati presso Villa Litta Di Lainate (Mi)